International Lawyers Associates - Cimen Organizado, La Camorra

Camorra, brutali omicidi e molta coca all'interno. Nella cella, la gola profonda dei clan.

Alfredo Barasso, legato alla testa di Casalesi Giuseppe Setola. Fornitura di droghe alla piazza di Milano. Il ponte tra Italia e Spagna.

Già membro di uno dei gruppi di criminalità organizzata più letali, il capo di Casalesi Giuseppe Setola, Alfredo Barasso, 60 anni, ha molto da dire sulla Camorra.
Già membro di uno dei gruppi criminali organizzati più mortali, quello del capo di Casalesi Giuseppe Setola, Alfredo Barasso, 60 anni,

E decise di farlo, immediatamente dopo l'arresto della Guardia Civile a Valencia, in Spagna, e dopo l'estradizione: nel primo interrogatorio con il pubblico ministero, dichiarò che intendeva fornire la piena disponibilità.

Ogni volta che sei protetto. Un passo indietro La Camorrista Barasso, che soffre anche di patologie molto gravi, che avrebbero potuto influenzare la sua decisione di pentirsi, non è una personalità molto mediatica, ma i ricercatori confermano che nel corso degli anni hanno lavorato su di lui, fondamentale in I gangli del clan.

Un'attività criminale focalizzata sull'asse tra la Campania (nata a Napoli, cresciuta a Castel Volturno, in provincia di Caserta) e la stessa Spagna, e in particolare nel commercio di cocaina, ma con interessanti riferimenti lombardi.

Il "cartello" in cui "lavorava" Barasso, almeno fino al peggioramento delle condizioni di salute che lo costringevano a lunghi ricoveri, forniva anche due piazze principali a nord, una a Lodigiano e l'altra in provincia da Milano, con un centro esclusivo a Cinisello Balsamo, come documentato dalle indagini della polizia.

Ora detenuto a Rebibbia, ma con probabile trasferimento finale a Poggioreale, l'uomo di 60 anni, che ha moglie e figli in Spagna, e che per Casalesi ha partecipato al trattamento della droga nell'area di Barcellona, teme la vendetta immediata, anche assassino, non appena entra nella cella.

Proveranno a chiudere la bocca per sempre, per paura di ciò che può dire. In vista della permanenza in una prigione ad alta densità di camorristi, Barasso esponeva al pubblico ministero le proprie paure, legittime paure secondo lo studio legale che lo assiste "International Lawyers Associates" di Alexandro Maria Tirelli.

Nel caso in cui si presenti la possibilità, Barasso, che fu catturato a Valencia con l'accusa di associazione della mafia, dopo anni di ricerca per lui, sarebbe disposto a tornare in Spagna e pagare la sua sanzione, come previsto dagli accordi bilaterali Tra le due nazioni.

Non ha chiesto sconti, a 60 anni, o «trattamenti speciali», è preoccupato per la ripetizione degli avvocati, e né la sua dichiarazione di voler collaborare dovrebbe essere intesa come una strategia, né un recital con chissà quali scopi secondari.

Chi lo conosce, in un ambiente di ricerca, sottolinea il "ragionamento" di un uomo consapevole delle sue difficoltà fisiche e allo stesso tempo desidera un cambiamento radicale nella sua vita.

Il fatto che sia un profilo se siamo secondari, nella mappa della Camorra, non cambia la sostanza, infatti, perché spesso questi uomini sono anonimi e insospettati, per essere funzionali ai clan grazie alla loro inclusione nei tessuti sociali e professionisti.

Tra gli attacchi del gruppo Setola, di cui Barasso è stato a lungo una figura affidabile, vi è il massacro di Castel Volturno.

La notte del 18 settembre 2008, il condannato Antonio Celiento è morto, sospettato di essere un informatore della polizia, e con lui sei immigrati africani, nati in Togo, Ghana e Liberia. Poi, nel corso degli anni, altri crimini ancora.

E una crescita persistente nel mercato europeo della droga. Grazie a questa gola profonda, i ricercatori sono stati in grado di esplorare aree mai finora schermate.

Se tu, un familiare o un conoscente sei stato trattenuto per un crimine, possiamo aiutarti.

Potresti anche essere interessato ad articoli su Crimini

Ti assistiamo in tutta Italia

Se tu o un tuo familiare siete detenuti nel territorio italiano o in qualsiasi parte del mondo, possiamo aiutarvi

Contattaci

Inviaci la tua domanda compilando il modulo e ti risponderemo al più presto. Per le emergenze puoi contattarci direttamente tramite WhatsApp o chiamare il nostro numero di telefono.

    Quali problemi e quanto è buono l'avvocato.
    • Norma Ritto
    5

    sommario

    Già membro di uno dei gruppi di criminalità organizzata più letali, il capo di Casalesi Giuseppe Setola, Alfredo Barasso, 60 anni, ha molto da dire sulla Camorra.

    invio
    Recensione dell'utente
    2 (1 voto)


    it_ITItaliano