Diritto penale venezuelano - International Lawyers Associates

Diritto penale venezuelano

Il diritto penale venezuelano è la branca della legge che stabilisce e regola la punizione di crimini e crimini. crimini, attraverso l'imposizione di determinate sanzioni a coloro che le commettono (come ad esempio la detenzione in carcere) e la limitazione di alcuni diritti dell'imputato; Possiamo anche dire che si riferisce all'organo legale a punire una condotta punibile. Il potere dello Stato di proibire comportamenti che danneggiano i beni legali sociali, è ciò che viene chiamato ius puniendi, è un'espressione latina usata per riferirsi al potere sanzionatorio dello Stato. Si traduce letteralmente come il diritto di punire o il diritto di sanzionare. L'espressione è sempre usata in riferimento allo Stato nei confronti dei cittadini.

Se tu, un familiare o un conoscente sei stato trattenuto per un crimine, possiamo aiutarti.

Il crimine è l'atto o l'omissione che sanziona le leggi penali, è un atto umano tipicamente illegale.
Diritto penale venezuelano

Esiste una classificazione abbastanza ampia di diversi tipi di criminalità.

C'è delitto doloso per esempio, colui che si impegna con coscienza, cioè l'autore ha voluto fare ciò che ha fatto. In questo senso, si oppone al crimine I culposo, in cui la colpa si verifica per non aver rispettato o rispettato l'obbligo di diligenza avente i suoi elementi che li caratterizzano così come sono: Azione, Tipicità, Illegittimità, Imputabilità e Colpa, sono componenti e caratteristiche, non indipendenti, che costituiscono il concetto di crimine in base ai tipi di soggetto che lo esegue (passivo o attivo), azione o atto, omissione o condotta, tipicità, illegalità, imputabilità, colpa e punibilità.

Tuttavia, sebbene esista un certo accordo in merito a tale definizione, non tutti attribuiscono ad esso lo stesso contenuto. Affinché vi sia colpa, devono essere presentati i seguenti presupposti o elementi di colpa: imputabilità, reato o colpa (forme di colpa) e, l'esecutività della condotta appropriata al divieto o all'imperatività della regola.

Ogni crimine è considerato un atto punibile poiché va contro un sistema legale che lo regola, in Venezuela sono considerati nel fatto che nessuno può essere punito per un fatto che non è stato espressamente previsto come punibile dalla legge, né con sanzioni che Non avrebbe mai stabilito in precedenza. I fatti punibili sono divisi in reati e reati. Sono soggetti a procedimenti giudiziari in Venezuela e saranno puniti in conformità con la legge penale venezuelana.

La differenza tra un crimine e la mancanza.

Faremo un tour di diversi criteri prima di definirlo nella legge penale venezuelana in modo da poter vedere come altri avvocati li classificano. In primo luogo, tra reati e reati esiste una distinzione qualitativa, essenziale, antologica, di natura, ovvero i crimini che violano o offendono i diritti soggettivi, mentre i reati violano il diritto oggettivo, senza offendere specificamente il diritto soggettivo un po '; Un'altra teoria afferma che i crimini causano danni o danneggiano beni legali o legalmente protetti, mentre i guasti non causano danni materiali e effettivi diretti a beni o interessi legalmente protetti, ma si limitano solo alla creazione di un situazione pericolosa per quei beni legalmente protetti, stabilendo che i reati causano danni o feriscono beni legali o legalmente protetti, mentre i reati non causano danni materiali e effettivi diretti a beni o interessi legalmente protetti, ma si limitano alla creazione di un Situazione pericolosa per quei beni legalmente protetti.  Che cos'è una situazione di pericolo?? è la probabilità che un certo danno venga aggiornato. In questo criterio di tipo qualitativo, nel Codice penale possiamo trovare, accanto ai reati di danno, crimini pericolosi, che sono quelli che, senza causare danni, creano situazioni di pericolo per beni legalmente protetti, come nel caso del crimine di avvelenamento da acqua, previsto dall'articolo 365 del codice penale: dal momento in cui una persona avvelena le acque, ha già commesso un crimine, anche se nessuno ingerisce l'acqua che è stata avvelenata. Il semplice atto di avvelenamento significa che l'agente ha commesso il crimine, poiché con tale azione ha creato una situazione di pericolo consistente nella probabilità che qualcuno berrà acqua, si ferisca o muoia.

Pertanto, non è vero che tutti i reati causano materiale diretto e danno effettivo a beni legalmente protetti poiché questi reati pericolosi, che creano una situazione di pericolo per beni o interessi legalmente protetti, sono previsti dalla Legge.

Se affermiamo che il sistema legale è primario, gli atti che violano l'ordine pubblico dovrebbero essere previsti come reati e nel nostro Codice penale i reati contro l'ordine pubblico sono descritti nel Terzo libro e se l'ordine pubblico fosse un bene legale secondario, tutti gli atti contrari all'ordine pubblico, secondo i criteri di questo autore, dovrebbero essere indicati come difetti; e, tuttavia, troviamo nel secondo libro dello stesso codice crimini contro l'ordine pubblico. Nel nostro Codice penale troviamo reati e reati contro l'ordine pubblico, lo stesso bene legale, che non può essere sia primario che secondario. Secondo questi criteri espressi, i reati offendono le attività legali primarie; e difetti, beni legali secondari. Ma nella nostra Legge sostanziale penale troviamo crimini da un lato e reati dall'altro, più l'uno e l'altro minacciano l'ordine pubblico.

Dato che i criteri di distinzione qualitativa tra crimini e reati falliscono prima della nostra classificazione venezuelana, molti codici penali, incluso lo spagnolo, abbracciano il criterio di distinzione più modesto, che è il criterio di distinzione quantitativa, che si rivolge alla specie e importo della sanzione applicabile a coloro che commettono una specifica infrazione. In realtà, questo criterio di distinzione quantitativa tra reati e reati è modesto, più semplice, sicuro da stabilire. Il nostro codice non soddisfa questo criterio. Affinché il criterio della distinzione quantitativa possa prosperare, è necessario che, secondo l'attuale Codice, tutti i reati comportino sanzioni più gravi dei reati. Solo in questo modo si può affermare che i reati comportano sanzioni gravi e che i reati comportano sanzioni minori. Ma è sufficiente trovare un unico difetto che comporti una pena più grave di un crimine, in modo che in quel codice il criterio quantitativo di distinzione tra reati e reati non prosperi, perché non si può più dire che tutti i reati comportino sanzioni più gravi di tutti i difetti

In Venezuela le differenze esistenti sono puramente di collocamento strutturale, di collocamento nel codice penale: i crimini sono previsti nel secondo libro e i reati nel terzo libro. Questo in virtù di una libera decisione del legislatore. Questo criterio di distinzione non è scientifico, empirico, perché il logico, il razionale, è stabilire la distinzione quantitativa.

Importanti conseguenze legali derivano da questa distinzione strutturale, che sono presentate di seguito. L'estradizione è concessa solo per crimini e mai per colpe; Il reato è punito, non solo quando è commesso, ma anche quando è tentato o frustrato, a condizione che ammetta, per sua stessa natura, il tentativo e la frustrazione. I guasti vengono puniti solo quando vengono effettivamente consumati. Infine, per quanto riguarda l'ordinamento procedurale, per perseguire il soggetto attivo della stragrande maggioranza dei reati, deve essere seguita la procedura ordinaria, per la quale è competente il Tribunale penale di primo grado; e, in elevazione, il giudice penale superiore. D'altra parte, per perseguire l'autore di un errore, è necessario seguire una procedura speciale stabilita negli articoli 413 e seguenti del codice di procedura penale, in cui è competente il giudice della parrocchia o del comune, in primo grado; e, in secondo luogo, il Distretto o il Dipartimento.

Nell'ambito della classificazione dei crimini in Venezuela citeremo tutti quelli previsti dal codice penale nell'ambito delle loro attuali riforme.

Crimini di azione e omissione.

I crimini di azione vengono commessi facendo qualcosa che è implicitamente vietato dalla legge penale e dal codice penale venezuelano. Nei crimini di azione, il risultato illegale si verifica in virtù di comportamenti positivi, di fare qualcosa, come uccidere una persona. Il reato di omissione si compie quando il risultato illecito si verifica a seguito di un'astensione del soggetto attivo, cioè quando quest'ultimo non fa qualcosa che è previsto dalla legge penale, come quello stabilito dall'articolo 208 del codice penale venezuelano.

In questo caso, il pubblico ufficiale incorre in quel reato di omissione quando, dopo aver acquisito, nell'esercizio delle sue funzioni, la consapevolezza che è stato commesso un reato che deve essere punito d'ufficio, non denuncia all'autorità competente, che in questo caso è l'autorità giudiziaria.

Reati semplici, complessi e correlati.

Crimini semplici sono quelli che offendono un singolo bene legale, o in altre parole: sono crimini la cui azione viola un singolo diritto o bene legale, come il crimine di omicidio, che distrugge il bene legale della vita.

Reati complessi sono quelli che attaccano diversi beni legali, vale a dire: i crimini in cui la rispettiva azione offende diversi diritti o beni legali, come la violazione di una donna onesta, in cui, in primo luogo, il bene legale del la libertà sessuale, che è la capacità della donna di arrendersi a chi sceglie; e in secondo luogo, il bene legale della modestia è attaccato, dell'onestà. D'altra parte, lo stupro di una prostituta è solo un semplice crimine, perché offende solo la libertà sessuale, poiché conserva il diritto di decidere con chi fare sesso; sebbene abbia rinunciato, per le sue condizioni di prostituta, al bene legale dell'onestà. Questi due casi di stupro vengono puniti, ma verrà applicata una pena maggiore a coloro che violano una donna onesta.

Reati correlati sono quelli che sono così intimamente collegati che alcuni sono una conseguenza degli altri. Ad esempio, il caso di una persona che ruba e poi, dopo aver appreso che un individuo ha assistito all'evento, uccide quella testimonianza accidentale, per impedirgli di scoprirlo. Indubbiamente, la rapina iniziale e l'omicidio perpetrati per coprire il furto sono reati correlati.

Reati immediati e permanenti

I reati istantanei sono quelli in cui l'azione termina nello stesso momento in cui il rispettivo crimine è compiuto. Il crimine di omicidio è istantaneo, poiché l'azione dell'esecutore termina con la vita del contribuente o della vittima. Nei crimini permanenti, d'altra parte, il processo esecutivo dura nel tempo, cioè implica una persistenza della situazione criminale per volontà del soggetto attivo. Il rapimento, ad esempio, è un crimine permanente, poiché il processo esecutivo dura fino a quando la persona rapita rimane privata della libertà per decisione del rapitore.

 

La distinzione tra crimini istantanei e crimini permanenti È di importanza pratica per quanto riguarda il calcolo del periodo di prescrizione dell'azione penale, poiché detta azione si estingue, tra le altre cause, con la prescrizione. Lo statuto delle limitazioni per i reati istantanei inizia a decorrere dal momento in cui l'atto criminale viene perpetrato, mentre, in reati permanenti, detto periodo decorre dal momento in cui l'esecuzione del crimine cessa. Nell'omicidio, dal momento in cui il contribuente muore; nel rapimento, non corre fino a quando la persona rapita non riacquista la sua libertà.

Se tu, un familiare o un conoscente sei stato trattenuto per un crimine, possiamo aiutarti.

Reati di azione pubblica e privata.

I crimini dell'azione pubblica sono quelli in cui l'accusa del soggetto attivo è completamente indipendente dalla volontà della persona lesa. Il soggetto attivo deve essere perseguito, anche se la parte lesa non mostra la volontà di farlo. L'omicidio, ad esempio, è un crimine di azione pubblica, in tutte le sue classi. Quando viene commesso un omicidio, lo Stato deve perseguire il soggetto attivo, con totale disprezzo della volontà della persona lesa; in questo caso, dei parenti della vittima.

 

I crimini dell'azione privata sono quelli in cui l'accusa del soggetto attivo è subordinata all'istanza della parte lesa o dei suoi rappresentanti legali. Possono essere perseguiti solo per accusa, come accade, ad esempio, con il crimine di diffamazione. La parte lesa ha la proprietà e la disponibilità dell'azione criminale; sebbene per il perdono della parte lesa di produrre effetti giuridici, è richiesta l'accettazione dell'imputato. A volte capita che il crimine di un'azione privata, se eseguito in determinate circostanze, diventa un crimine di azione pubblica, come con il crimine di stupro quando commesso in un luogo pubblico o esposto alla vista pubblica.

Per sapere se un crimine è un'azione pubblica o privata, basta consultare il codice penale venezuelano. Quando si tratta di un'azione privata, la Legge dichiara espressamente che «l'accusa non deve aver luogo se non per accusa della parte lesa o dei diritti che rappresenta, o in qualsiasi altro modo che esprima la necessità per la parte lesa di essere in grado di perseguire il soggetto attivo.

Reati intenzionali o intenzionali, colpevoli e pre-intenzionali.

I crimini intenzionali (o intenzionali) sono quelli in cui il risultato illegale coincide con l'intento criminale dell'agente, come nel caso dell'omicidio intenzionale: un individuo vuole uccidere un altro e lo uccide effettivamente.

I crimini sbagliati sono quelli in cui l'agente non intende commettere alcun crimine, ma piuttosto l'atto criminale si verifica a causa di incoscienza, negligenza, inesattezza nella sua professione, arte o commercio, da parte dell'agente o perché lascia osservare i regolamenti, gli ordini o le istruzioni. Ad esempio: A, che guida un veicolo a motore, stampa a una velocità superiore a quella autorizzata dai regolamenti della legge sul traffico terrestre e, a causa di questa velocità eccessiva, avvolge una persona che muore a causa delle lesioni ricevute . A, non voleva uccidere quella persona, ma l'ha uccisa per non aver rispettato le disposizioni del regolamento sopra citato: ha quindi commesso una morte ingiusta.

I crimini pre-intenzionali chiamati anche ultra-intenzionali sono quelli in cui il risultato illegale supera l'intento criminale dell'agente. Supponiamo, per esempio. che A, vuole ferire B e quindi gli dà un pugno sul petto, causando la caduta di B, che si frattura il cranio, colpisce il pavimento e muore. A non voleva causare la morte di B, ma solo ferirlo, ma lo uccise per il motivo indicato. Di conseguenza, ha subito un crimine di omicidio pre-intenzionale.

Altre classificazioni secondo il codice penale venezuelano.

Reati e materiali formali. I crimini formali sono quelli che vengono perfezionati o compiuti con una semplice azione o omissione, indipendentemente dal fatto che si verifichi o meno il risultato illegale perseguito dal soggetto o agente attivo. Un esempio di questa classe di crimini è quello della diffamazione, descritto nell'articolo 444 del codice penale venezuelano nei seguenti termini: «Colui che, comunicando con più persone, riunito o separato, ha imputato a un individuo un certo fatto in grado di esporlo a il disprezzo o l'odio pubblico o offensivo nei confronti del suo onore o della sua reputazione, saranno puniti con la reclusione da tre a diciotto mesi. Quindi, se A dice a due o più persone bene allo stesso tempo, perché stanno insieme, o una persona alla volta - che B è un ladro perché ha rubato centomila bolivar nella banca dove lavora, può succedere che le persone a cui A ha dato tali informazioni prestano credito all'informatore e quindi disprezzano B, ma è anche possibile che non tengano conto del suo detto e, quindi, la reputazione e l'onore del diffamato sono intatti nel concetto di quelli. In entrambi i casi il crimine è stato commesso, è stato perfezionato; perché, come già detto, è sufficiente, a tal fine, che l'agente "che comunica con più persone riunite o separate, abbia imputato a un individuo un certo fatto in grado di esporlo al disprezzo o all'odio pubblico o offensivo al suo onore o reputazione, indipendentemente dal fatto che si verifichi o meno il risultato perseguito dall'agente.

Reati materiali sono quelli che vengono commessi solo quando il risultato materiale illecito perseguito viene aggiornato. Il crimine di omicidio, ad esempio, viene consumato solo quando si verifica la morte della persona contro la quale è stata diretta l'attività dell'agente. Prima che quella persona muoia, difficilmente si può parlare di tentato omicidio o omicidio frustrato.

Danno e crimini di pericolo. I reati di danno sono quelli che causano un danno materiale alla proprietà o agli interessi legalmente protetti.

I reati pericolosi sono quelli che, senza causare lesioni materiali, creano una situazione pericolosa, una probabilità non semplicemente la possibilità di danni. A proposito, dobbiamo fare una distinzione tra le due parole precedenti, che non sono sinonimi. La probabilità è più vicina all'aggiornamento, alla realizzazione effettiva, che alla possibilità. Esempio: "È possibile che il Venezuela vinca nel 2006 la possibilità di andare ai mondiali di calcio, ma non è probabile". La probabilità è più vicina alla realizzazione: un fatto è probabile quando il numero di possibilità del suo verificarsi è maggiore di quello delle possibilità del suo non verificarsi. I reati sono classificati, a sua volta, in crimini di pericolo comune e crimini di pericolo individuale. I primi sono quelli che mettono in pericolo un numero indeterminato di persone, come il crimine di avvelenamento delle acque di una sorgente a cui molte persone hanno accesso, perché in quel caso tutte queste persone sono esposte a malattie fisiche, a causa dell'effetto del veleno e persino della morte. I reati di pericolo individuali sono quelli che mettono in pericolo una persona individualizzata, tale è il crimine di abbandono di bambini: la persona che abbandona un bambino commette un crimine di pericolo individuale, come quello che ha solo messo in pericolo la vita o, Almeno, la salute del piccolo abbandonato.

Reati comuni e reati speciali. I reati comuni per opposizione a quelli speciali sono quelli che sono indicati nel codice penale, che è il diritto penale fondamentale, sebbene non l'unico.

I crimini speciali, d'altra parte, sono quelli che sono sanciti da leggi penali speciali (nel loro senso proprio o improprio), come: il crimine di contrabbando, tipizzato nella legge doganale; i reati connessi all'assegno, che sono indicati nel Codice commerciale (art. 494); il reato di usura, previsto dal decreto legge n. 247 del 1946.

Reati flagranti e reati non flagranti. Un crimine è flagrante quando l'agente che l'ha appena commesso è perseguito dall'autorità o dalle proteste pubbliche; o quando è sorpreso mentre lo commette, o poco dopo averlo commesso, nello stesso posto di commissione o vicino a lui. Si dice quindi che l'agente sia stato catturato in flagrante delicto o infraganti. E non è flagrante quando nessuna delle ipotesi sopra esposte è soddisfatta. Più che una classificazione, questa di flagrante e non flagrante, sono fasi della consumazione del crimine. Ma questa distinzione è importante dal punto di vista procedurale per i seguenti motivi:

Come regola generale, affinché una persona sia detenuta, è necessario che il Giudice penale competente abbia emesso un mandato di arresto nei suoi confronti, dopo aver ottemperato ai requisiti indicati nel Codice di procedura penale. Tuttavia, quando l'autore del reato è stato preso in flagrante delicto, qualsiasi autorità dovrebbe e chiunque potrebbe fermarlo, anche se non gli è stato dato un ordine di detenzione.

Reati individuali e delitti collettivi. I reati individuali sono quelli che possono essere perpetrati da un singolo individuo e attribuibili. La possibilità logica e giuridica che il reato possa essere commesso da una sola persona fisica e attribuibile è sufficiente. Nel caso di un crimine individuale, come il crimine di omicidio, stupro, furto e la maggior parte dei crimini previsti dalle leggi penali, che possono essere commessi da una sola persona, senza che sia è necessario il concorso di più persone fisiche imputabili. Tuttavia, la circostanza che in un caso specifico, uno di questi singoli crimini sia commesso da diverse persone fisiche e imputabili, non ne toglie affatto il carattere di crimine individuale. Ad esempio, una rapina può essere commessa da più persone fisiche e imputabili, ma tale circostanza non toglie la loro etichetta individuale.

 

Reati collettivi sono quelli che non possono essere perpetrati da una sola persona fisica e imputabile, ma devono necessariamente essere commessi da due o più persone fisiche e imputabili. È una condizione necessaria e indispensabile per l'esistenza di un crimine collettivo il concorso di autori o agenti coinvolti nella sua commissione. Ad esempio: un crimine di accovacciamento sarebbe collettivo, in cui diverse persone si riuniscono per commettere crimini. La disputa è un altro crimine collettivo, poiché due o più persone devono partecipare, perché nessuno può litigare con se stesso.

Crimini di soggetto attivo indifferente e soggetto attivo qualificato. I crimini di un soggetto attivo indifferente sono quelli che possono essere commessi in modo intercambiabile da qualsiasi persona fisica e imputabile, senza richiedere una qualità personale. Sono crimini di indifferente soggetto attivo: omicidio, furto, tra gli altri.

 

I crimini di soggetto attivo qualificato sono quelli che possono essere perpetrati solo da determinate persone naturali e imputabili, poiché assumono una certa qualità personale nel soggetto attivo. Cioè, la possibilità di essere un soggetto attivo di questi crimini è limitata a un gruppo di determinate persone e, quindi, non tutti possono commetterli. Ad esempio, il crimine di peculazione, molto comune nel nostro paese, previsto dall'articolo 195 del codice penale, può essere commesso solo dal pubblico ufficiale che, in virtù delle sue funzioni, è responsabile della raccolta, della custodia o dell'amministrazione dei fondi pubblici. Si potrebbe dire che il peculato è un crimine di soggetto attivo doppiamente qualificato; dal momento che non solo il soggetto attivo deve essere un pubblico ufficiale, ma un pubblico ufficiale che, a causa delle sue funzioni, è responsabile della raccolta, della custodia o dell'amministrazione dei fondi pubblici.

Reati di soggetto passivo indifferente e soggetto passivo qualificato. I reati indifferenti dei contribuenti sono quelli che possono essere perpetrati contro qualsiasi persona, come furto, omicidio.

I crimini di un contribuente qualificato sono quelli che possono essere commessi solo contro una certa classe di persone che hanno una certa qualità personale, che può essere fisica, familiare, sociale, legale. come il crimine della seduzione stessa (seduzione con promessa di matrimonio), previsto nella prima sezione dell'articolo 379 del codice penale, in cui il contribuente deve necessariamente essere una donna di età superiore ai sedici anni e sotto i ventuno, consapevolmente onesto. È anche il reato di un soggetto passivo qualificato, l'onore fa causa di infanticidio che può essere perpetrato solo nella persona di un neonato, non iscritto nel registro civile entro il termine legale, che è di venti giorni dalla data di nascita, secondo le disposizioni dell'articolo 464 del codice civile.

 

Principali reati e accessori reati. I principali crimini sono crimini il cui contenuto si manifesta indipendentemente da qualsiasi altra forma criminale: esistono in sé e per sé, cioè per la loro esistenza legale non hanno bisogno di fare affidamento sul compimento precedente di un altro crimine. La maggior parte dei crimini stabiliti nel codice penale venezuelano sono reati gravi.

Accessori per criminiD'altra parte, sono quelli che richiedono, come condizione indispensabile per la loro esistenza, di aver già commesso un altro crimine. Esempi di questo tipo di reato sono la copertura, che non può essere commessa se il crimine da coprire non è stato commesso prima; e l'uso di cose provenienti da crimini, in cui gli agenti popolarmente chiamati "sostenitori" sono coloro che acquistano rubati, rubati o in qualche modo sbagliati, il che significa che le persone che vendono tali sostenitori oggetti, sono stati rubati o rubati prima.

Tipi e reati circostanziati. I crimini tipici sono quelli presentati nel loro puro modello legale e di base, che contiene solo gli elementi essenziali del crimine e nient'altro. Ad esempio: il crimine di un semplice omicidio intenzionale. È, puramente e semplicemente, una persona che ne ha ucciso intenzionalmente un altro.

I crimini circostanziali sono quelli in cui la commissione dell'atto criminale è accompagnata da determinate circostanze, oltre ad avere i suoi elementi essenziali; e tali circostanze sono quelle che determinano la penalità maggiore o minore, come indicato da un grado di perversità maggiore o minore. Tale sarebbe, ad esempio, il crimine del parricidio, che è l'omicidio perpetrato dall'agente nella persona di suo padre o di qualche altro ascendente, previsto nella sottosezione A del 3 ° ordinale. dell'articolo 408 del codice penale. (Non si tratta di uccidere una persona, ma il padre del soggetto attivo, e questa è una circostanza che aggrava o aumenta la pena.)

A volte ci sono circostanze che causano la riduzione della penalità, dato che mostrano meno pericoli; e, quindi, giungono a significare un attenuatore nell'applicazione della pena, come nel caso della causa dell'onore d'infanticidio, in cui la circostanza che viene perpetrata per salvare l'onore della madre della vittima e in questo caso viene applicata una penalità inferiore a quella indicata per un semplice omicidio intenzionale.

 

Reati di frode e di violenza. I reati di frode sono quelli commessi attraverso astuzia, inganno. L'esempio classico di questo tipo di crimine è la truffa (specialmente quella conosciuta nel gergo popolare come "il pacchetto cileno"), in cui la forza non viene mai usata, ma l'inganno. Il contribuente consegna volontariamente il denaro o qualcos'altro, nella convinzione di fare buoni affari e di essere truffato dal soggetto attivo. Il crimine di seduzione con la promessa di matrimonio è un altro crimine di frode. L'agente non costringe la donna di età superiore ai sedici e sotto i ventuno anni ad avere un atto carnale con lui, ma piuttosto la inganna promettendo il suo matrimonio.

I crimini della violenza sono quelli che, come indica la loro denominazione, sono perpetrati attraverso la violenza, la forza, come la rapina, lo stupro.

Secondo i criminologi, con l'avanzare della civiltà, il crimine di violenza diminuisce e aumenta la frode. Questa affermazione è ironica e persino sarcastica, perché qui, oggi, stanno aumentando; in maggior misura quelli violenti.

È importante non dimenticare che queste classificazioni non sono esclusive, ma complementari. Pertanto, i crimini dovrebbero essere studiati alla luce di tali classificazioni. Se, ad esempio, viene commesso il reato di furto, deve essere analizzato in relazione a tali classificazioni per collocarlo in ciascuna delle classi, a cui corrisponde; Quindi vediamo che il crimine di cui sopra è istantaneo, di azione pubblica, dannoso, materiale, di danno, individuale, principale, tra gli altri.

Si deve anche tener conto del fatto che i reati non possono in alcun modo essere di tutti i tipi menzionati in detta classificazione. Se ce n'è uno che include crimini individuali e collettivi, e si desidera analizzarlo o inquadrarlo, ad esempio il crimine di furto, non si può dire che questo crimine sia individuale e collettivo, perché non possono essere inquadrati all'interno dei due casi. Per questo motivo, o il crimine analizzato è individuale o collettivo. In caso di furto, si tratta di un crimine individuale, poiché può essere perpetrato da una sola persona, sebbene con relativa frequenza sia commesso da due o anche più persone.

Potresti anche essere interessato ad articoli su Estradizione tra Italia - Colombia o l'articolo su estradizione tra Italia - Cuba.

Ti assistiamo in tutto il Messico e l'Italia

Se tu o un tuo familiare siete detenuti in territorio italiano o messicano, possiamo aiutarvi

Contattaci

Inviaci la tua domanda compilando il modulo e ti risponderemo al più presto. Per le emergenze puoi contattarci direttamente tramite WhatsApp o chiamare il nostro numero di telefono.

Dicci cosa ne pensi
  • Alberto Cardoso Sanchez
5

Cosa dicono i nostri lettori e clienti

Ottimo articolo e sintesi del codice penale venezuelano, grazie per aver condiviso queste informazioni.

invio
Recensione dell'utente
5 (1 voto)


it_ITItaliano
es_ESEspañol en_USEnglish fr_FRFrançais pt_PTPortuguês ru_RU??????? it_ITItaliano