L'applicazione dell'Associazione delle Camere penali di diritto europeo

Richiesta di amnistia e indulto per processi relativi a crimini commessi entro il 30 marzo 2020.

L’associazione presieduta dall’avvocato Alexandro Maria Tirelli e di cui fa parte, tra gli altri, l’avvocato Nicola Corrado responsabile area comunicazione, pone una questione precisa. “La nostra associazione – si legge nella nota- ritiene che debba essere disvelata in maniera definitiva quella cortina di ipocrisia che avvolge l’azione del governo e delle alte Autorità della Repubblica.

Se voi o un vostro familiare siete in arresto in territorio italiano o in qualsiasi parte del mondo, possiamo aiutarvi.

Le azioni volte al contenimento dell’infezione e dell’epidemia non hanno raggiunto lo scopo prefissato, vista la totale intempestività delle stesse.
Le azioni volte a contenere l'infezione e l'epidemia non hanno raggiunto lo scopo previsto, data la natura prematura totale dell'infezione.

Come sottolineato dalle autorità governative germaniche, se da un lato è opportuno continuare in un’operazione di contenimento dei focolai, al contempo è pacifico che il paese debba affrontare un evento di natura pandemica. Tale assunto costringe la Nazione ad impegnarsi su vari fronti, quello della intensificazione della ricerca dei vaccini e delle terapie, e per quello che ci riguarda direttamente la programmazione di un assetto istituzionale e di gestione del processo penale, tale da affrontare uno stato di totale emergenza.

Notizie ufficiose, ancora non confermate, riferiscono del contagio di svariati magistrati e della necessaria messa in quarantena dei loro uffici. L’Associazione Camere Penali di Diritto Europeo rilascia detta nota al fine di sollecitare la comunità nazionale, la Unione delle Camere Penali e le Autorità Legislative alla richiesta di provvedimenti normativi d’urgenza che stabiliscano:

  1. Condizioni sanitarie obbligatorie nelle aule durante i processi con l'imposizione di maschere e altri strumenti di prevenzione per coloro che partecipano come parti o personale amministrativo;
  2. Riduzione straordinaria della potestà punitiva, nel senso di ridurre il carico delle Procure e delle sezioni giudicanti con previsione di indulto e amnistia per i reati bagattellari. Si rappresenta, infatti, che l’ultimo provvedimento di clemenza è stato adottato nel lontano 2006 e che nella storia repubblicana ,ai è intervenuto un lasso di tempo così ampio tra due sanatorie. Con tale richiesta non si intende indebolire lo stato abbassando la guardia o la repressione del crimine, ma è ovvio che in un contesto di congelamento del funzionamento istituzionale è opportuno stabile una lista di priorità, occupando i Magistrati sulla questione di preminente importanza per l’interesse nazionale. Questa camera penale esprime il proprio rammarico e la propria insoddisfazione rispetto alla totale indifferenza con la quale i Presidenti dei Tribunali avevano accolto il precedente comunicato di questa associazione che li allarmava alla sospensione dell’attività in attesa della predisposizione di forme di profilassi per la tutela dei Magistrati”.

Se voi o un vostro familiare siete in arresto in territorio italiano o in qualsiasi parte del mondo, possiamo aiutarvi.

Offriamo assistenza in tutta Italia.

Se voi o un vostro familiare siete in arresto in territorio italiano o in qualsiasi parte del mondo, possiamo aiutarvi.

Contattateci

Inviateci una richiesta compilando il modulo. Vi risponderemo il prima possibile. In caso di emergenza, potete contattarci anche tramite WhatsApp o telefonicamente.

    Siamo di fronte a una situazione di emergenza.
    • Clariza Migliore
    5

    Sommario

    Richiesta di amnistia e indulto per processi relativi a crimini commessi entro il 30 marzo 2020.

    Invio
    Recensione dell'utente
    5 (1 Votare)


    it_ITItaliano