L'applicazione dell'Associazione delle Camere penali di diritto europeo

Richiesta di amnistia e perdono per processi relativi a crimini commessi fino al 30 marzo 2020

L'associazione presieduta dall'avvocato Alexandro Maria Tirelli e di cui, tra gli altri, l'avvocato Nicola Corrado responsabile dell'area di comunicazione, pone una domanda specifica. «La nostra associazione - leggi la nota - ritiene che il sipario dell'ipocrisia che circonda l'azione del governo e delle alte autorità della Repubblica debba essere definitivamente rivelato.

Se tu, un familiare o un conoscente sei stato trattenuto per un crimine, possiamo aiutarti.

Le azioni volte a contenere l'infezione e l'epidemia non hanno raggiunto lo scopo previsto, data la natura prematura totale dell'infezione.
Le azioni volte a contenere l'infezione e l'epidemia non hanno raggiunto lo scopo previsto, data la natura prematura totale dell'infezione.

Come sottolineato dalle autorità del governo tedesco, se da un lato è opportuno continuare un'operazione per contenere i focolai, allo stesso tempo non è contestato che il paese si trova ad affrontare un evento di pandemia.

Questa ipotesi costringe la nazione a essere coinvolta su più fronti, quella di intensificare la ricerca di vaccini e terapie e ciò che ci interessa direttamente nella pianificazione di una struttura istituzionale e nella gestione del processo penale, come affrontare uno stato di totale emergenza.

Notizie non ufficiali, ancora non confermate, riportano il contagio di diversi magistrati e la necessaria quarantena dei loro uffici. L'Associazione delle Camere penali di diritto europeo pubblica questa nota per esortare la comunità nazionale, l'Unione delle Camere penali e le autorità legislative a richiedere misure normative urgenti che stabiliscano:

  1. Condizioni sanitarie obbligatorie nelle aule per la celebrazione del processo con l'imposizione di maschere e altri strumenti di prevenzione per coloro che partecipano come parti o personale amministrativo;
  2. Straordinaria riduzione del potere punitivo, nel senso di ridurre l'onere dei pubblici ministeri e delle sezioni giudiziarie con il perdono e l'amnistia per i reati. In effetti, è stato riferito che l'ultima disposizione relativa al trattamento favorevole è stata adottata nel 2006 e che nella storia repubblicana è intervenuto un periodo di tempo così lungo tra due condoni. Questa richiesta non ha lo scopo di indebolire lo stato abbassando la guardia o la repressione del crimine, ma è ovvio che in un contesto di congelamento del funzionamento istituzionale, un elenco di priorità deve essere stabile, occupando i magistrati sulla questione della massima importanza. per interesse. nazionale. Questa camera penale esprime rammarico e insoddisfazione per la totale indifferenza con cui i presidenti delle corti avevano accettato la precedente dichiarazione di questa associazione che li allarmava per la sospensione dell'attività in attesa della preparazione di moduli di profilassi per la protezione di magistrati ».

Se tu, un familiare o un conoscente sei stato trattenuto per un crimine, possiamo aiutarti.

Ti assistiamo in tutta Italia

Se tu o un tuo familiare siete detenuti nel territorio italiano o in qualsiasi parte del mondo, possiamo aiutarvi

Contattaci

Inviaci la tua domanda compilando il modulo e ti risponderemo al più presto. Per le emergenze puoi contattarci direttamente tramite WhatsApp o chiamare il nostro numero di telefono.

    Siamo di fronte a una situazione di emergenza.
    • Clariza Migliore
    5

    sommario

    L'applicazione dell'Associazione delle Camere penali di diritto europeo e internazionale inizia da Milano ma si estende a tutto il paese.

    invio
    Recensione dell'utente
    5 (1 voto)


    it_ITItaliano